Formazione

Formazione Continua Obbligatoria
dei Consulenti del Lavoro

È entrato in vigore il 1° gennaio 2019, in concomitanza con il successivo biennio formativo, il nuovo Regolamento per la formazione continua obbligatoria degli iscritti all’Ordine dei Consulenti del Lavoro e le relative linee guida.

Sono soggetti all’obbligo della formazione continua tutti i Consulenti del Lavoro iscritti all’Albo. È obbligatorio conseguire nel biennio almeno 50 crediti formativi, di cui 6 nelle materie di ordinamento professionale e codice deontologico; in ciascun anno formativo è obbligatorio conseguire almeno 16 crediti.

Piattaforma Formazione Continua Obbligatoria
Consiglio Nazionale dell’Ordine

Scuola di Alta Formazione della Fondazione Studi
Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

La Fondazione Studi del Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro è una struttura che si propone come finalità la valorizzazione della figura del Consulente del Lavoro al fine di arricchire le conoscenze dei professionisti che vogliano implementare progressivamente i propri standard qualitativi. La Scuola di Alta Formazione ha l’ obiettivo di fornire ai professionisti competenze e tecniche destinate al raggiungimento della piena padronanza delle materie oggetto della quotidiana attività di studio.

Eventi e Corsi Accreditati (FCO)
dal Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro Perugia

Sono soggetti all’obbligo della formazione continua tutti i Consulenti del Lavoro iscritti all’Albo. È obbligatorio conseguire nel biennio almeno 50 crediti formativi, di cui 6 nelle materie di ordinamento professionale e codice deontologico; in ciascun anno formativo è obbligatorio conseguire almeno 16 crediti. Per i consulenti neo iscritti l’obbligo decorre dal mese successivo all’iscrizione ed il numero di crediti verrà conseguentemente riproporzionato. Ogni Consulente del Lavoro può beneficiare, nel biennio, di un debito formativo per un massimo di 9 (nove) crediti, i quali dovranno essere recuperati nei primi sei mesi del biennio successivo.

Tutta la documentazione relativa alla formazione dichiarata dovrà essere conservata dal Consulente per i sei mesi successivi alla presentazione dell’autocertificazione, ai fini di possibili controlli da parte del Consiglio Provinciale.